Rapporto sull'economia valdostana 2012

Ricerca condotta dall'economista Massimo Lévêque

Il forte deterioramento del quadro economico manifestatosi in Italia nella seconda metà del 2011 e che, dopo una breve fase di miglioramento, anche sulla spinta di tensioni esterne, è tornato a peggiorare a partire dal marzo del corrente anno,ci ha ancora indotto a redigere il presente Rapporto socio-economico sulla Valle d'Aosta concentrandoci sui dati congiunturali di breve periodo,internazionali,nazionali e locali.

Ciò al fine di poter svolgere l'analisi sull'andamento e sulle prospettive del quadro economico locale utilizzando dati e indicatori il più possibili aggiornati.

Dunque, il "Rapporto2012" integra il consueto set di dati fornito da Unioncamere in occasione della Giornata dell'Economia con indicatori pubblicati, anche con aggiornamenti al primo trimestre del corrente anno, dal FMI, Eurostat, ISTAT, Banca d'Italia, Regione Valle d'Aosta tentando così di cogliere i segnali più recenti di evoluzione del quadro complessivo e del sistema locale (Parti1 e 2).

Alla luce dei recenti accordi presi tra Camere di Commercio alpine (Valle d'Aosta, Verbano-Cusio-Ossola, Sondrio, Belluno, Trento e Bolzano), il "Rapporto", nella sua terza Parte (il consueto "focus") prevede quest'anno un primo esame comparato delle sei "economie locali", con il duplice obiettivo di produrre, da un lato, un primo confronto strutturale sulle diverse realtà socio-economiche e, dall'altro, una raccolta di indicatori utili alla redazione -prevista per i prossimi mesi- del Primo Rapporto di Benchmarking tra Aree Alpine, da realizzarsi congiuntamente e con il coordinamento della Camera di Commercio di Sondrio.

In tale sezione, anche in ragione dei vincoli posti dalla necessità di disporre di dati omogenei e confrontabili, l'analisi ha un taglio più "strutturale" e "comparativo", ed impiega quasi esclusivamente i dati resi disponibili da Unioncamere, per le diverse "Aree-Benchmark", a partire dalla metà di marzo 2012 (in alcuni casi fermi all'anno 2010).

Come di consueto, le considerazioni conclusive, oltre a fornire una sintesi del quadro emergente, tentano di fornire, in modo particolare al tessuto imprenditoriale locale, alcuni spunti di riflessione su possibili "opzioni strategiche" che lo scenario esistente suggerisce o lascia intravvedere come opportunità per l'economia valdostana.

ALLEGATI

  1. Report

PER SAPERNE DI PIÚ